Visitare Lisbona in due giorni

Iniziamo con il fatto che visitare Lisbona in due giorni non è la scelta giusta. Lisbona è una città meravigliosa, e ci vorrebbe almeno 5 o 6 giorni per approfittare pienamente della città. Ma non si può sempre scegliere il tempo che si rimane in una città, quindi, ecco un programma strutturato per poter visitare al massimo la città in 48 ore.
8H: Per poter iniziare bene la visita, si consiglia di prendere il famosissimo Tram 28. Oltre al fatto di essere una delle attrazioni più famose della città, questo tram permette di capire meglio com’è strutturata la città di Lisbona con i diversi quartieri e le colline.
Il meglio è di prendere il Tram 28 al capolinea (Campo de Ourique) o anche alla fermata di Estrela.
45 minuti di viaggio via le piccole strade di Lisbona, di Alfama, Baixa. Si può vedere la Basilica di Estrela, la cattedrale Sé, il Castello São Jorge etc…
10H: Dopo questo passeggio nel Tram autentico di Lisbona, si può decidere di andare a visitare il quartiere di Alfama. Questa zona, oltre ad essere l’alma della città, è anche l’antico quartiere moresco di Lisbona.
Ci sono tantissime passaggi segreti e piccole strade che raccontano una vera e propria storia. Si deve anche approfittare dei fantastici “Miradouro” che mostrano un panorama spettacolare sulla città o sul Tejo (più precisamente: Miradouro de Santa Lucia e Miradouro de Graça).
Alfama anima di lisbona
12H30: Dopo quasi due ore e mezza di camminata per le strade di Alfama, ci si merita una pausa pranzo onesta! Non ci sono i ristoranti che mancano a Lisbona, e tutti sono di qualità. Ovviamente, qualche trappola per turisti ci sono. Per questo motivo, si può consigliare Maruto Bar & Bistro. Un locale tipico con una cucina onesta ed i prezzi portoghesi. Un’ ottima occasione per riposarsi prima di tornare per le colline della città.
Indirizzo: Rua do cais de Santarem, 30
14H: Sicuramente, durante le prime ore di visita di Lisbona, molti avranno sentito parlare del canto tipico portoghese, il Fado, o meglio avranno potuto ascoltare Fado. Per poter capire ancora meglio la storia e il perché del Fado a Lisbona si consiglia di visitare il Museo del Fado.
Per 4 € a testa, si potrà vedere mostre, esposizioni, film e fotografie…un viaggio nel tempo sull’evoluzione del Fado.
Da non mancare.
museu del fado
16h: Dopo quest’ episodio di cultura, si deve scoprire anche una parte importante della cultura portuguesa: la gastronomia. A prazo, si avrà già capito un po le basi, ma parlare di gastronomia portuguesa senza evocare il Pastéis de Belém sarebbe un’ errore.
Per questo, si deve prendere andare in direzione Belém (o con il Tram 15 da prendere a Cais do Sodré e quindi approfittare di una passeggiata fino a Praça do Commercio, o con il bus 728 dall’altra parte del museo).
Il pastéis de Belém originale si mangia nella fabrica originale che esiste da 1837. non esitare ad andare nella sala principale e provare anche gli altri “petiscos”, pensiamo sopratutto ai “salgados”.
pasteis de belem
17H: Belém non é solo il Pasteis. Dopo, si può andare lungo il fiume per vedere le due torri importanti di Lisbona.
Primo: Padrão dos descobrimentos. Un tributo ai navigatori portoghesi.
Secondo: La Torre di Belém. E stata costruita come la difesa principale del Monastero dos Jerónimos (che ovviamente si deve visitare dopo). Anche questo monumento ricorda il passato e le scoperte fatte dai navigatori come per esempio Vasco di Gama (di cui la tombe si trova nel Monastero).
torre di belem
19H: Dopo una prima giornata intensa, ci si merita una pausa. Ecco il perché della Ginginha. E un liquore a base di ciliegie che si trova in ogni bar della città. Si consiglia di prendere quest’aperitivo nei bar tipici della praça Rossio: A Ginginha (Largo de São Domingos, 8)
21H: Dopo la pausa Ginginha (e forse una piccola pausa nel vostro appartamento turistico a Lisbona o nel vostro hotel) si può andare a visitare un’ altro quartiere di Lisbona: Bairro Alto e Bica.
Questa zona è totalmente diversa il giorno e la notte. Di notte ci si trova un bar o un ristorante ogni 15 metri. L’ambiente è amichevole e la festa inizia alle 22h per finire molto tardi.
Due indirizzi da visitare:
– Per mangiare leggero e bere un buon vino: By the Wine (Rua das Flores 41-43)
– Per mangiare bene e tipico portoghese: Toma lá dá cá (Travessa do Sequeiro,38)
Dopo cena, si consiglia di camminare un po per le strade di Bairro Alto e Bica. Festa fino alle 3 di notte. Poi, per quelli che vogliono continuare la festa, Cais do Sodré e Santa Apolonia sono le zone con discoteche che sono aperte fino alle 8 del giorno dopo.
Il programma continua con il giorno 2 di Lisbona in 48 ore.
Per maggiori informazioni per visitare Lisbona in due giorni, se per esempio si cerca un ristorante tipico o un alloggio economico, non esitare a scriverci: info@lisbonadavivere.com

2 thoughts on “Visitare Lisbona in due giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *