Residenti non abituali in Portogallo

Da Gennaio 2013, la legge portoghese prevede che tutti i pensionati stranieri che rimangono in Portogallo per almeno 183 giorni o che hanno al 31 dicembre un’abitazione in Portogallo (e tutte le condizioni per poter facilmente assumere que la persona abbia l’intenzione di utilizzarla e occuparla come residenza principale) saranno esenti di tasse sulla pensione per un periodo di 10 anni.

Questa misura fiscale potrà essere addizionata alle altre misure già esistenti e destinate ai « residenti non abituali » portoghesi. Più specificamente le misure fiscali che permettono di non pagare tasse in Portogallo sui redditi percepiti all’estero.

Il regime per residenti fiscali non abituali in Portogallo ha ancora un’altro vantaggio: quello di avere una tassa fissa di 20% sui redditi portoghesi. In effetti, non è che perché si approfitta di una pensione italiana non si farà nulla in Portogallo. Per quanto riguarda i dividendi, interessi o altri redditi in Italia anche questo sarà considerato straniero e non sarà impostato in Portogallo (ovviamente, ci sarà da considerare l’eventuale tassazione in Italia).

Condizioni principali per poter beneficiare del regime per residenti fiscali non abituali in Portogallo :

Per poter approfittare di queste condizioni fiscali e finanziari, basta non essere stato residente in Portogallo negli ultimi 5 anni e di poter giustificare al 31 dicembre di un’abitazione in Portogallo che sarà occupata come residenza principale.

Molti sono i pensionati che decidono di approfittare di questo regime, ma ovviamente questo regime di residente non abituale può perfettamente essere utilizzato per chi ancora lavora, o è pensionato ma decide di creare una società in Portogallo.

I passi amministrativi sono relativamente facili, basta selezionare il TOC (commercialista) giusto.

Per maggiori informazioni su questo regime portoghese, e per una spiegazione più profunda sul come ottenere questo regime, non esitare a scriverci o contattarci: info@lisbonadavivere.com

7 thoughts on “Residenti non abituali in Portogallo

  • Pingback: Spendere la pensione in Portogallo | Lisbona Da Vivere

  • Pingback: Iscrizione all’AIRE e residenza in Portogallo - Lisbona Da Vivere

  • Pingback: Costo della vita a Lisbona - Lisbona Da Vivere

  • 24 maggio 2017 at 16:50
    Permalink

    BUON giorno HO letto per curiositá il vosto articolo, interessante a prima vista, vorrei avere UN chiarimento su un mio dubbio Parlismo DI imposizione fiscale,
    IO HO lavorato 15 anni in Brasile dal quale percepisco una pensione DI circa 45.000 R$ Netti anno. Percepisco dall’Italia una pensione dI circa 32.000 Euro netti anno,
    Ottenendo la residenza in Portogallo NON PAGHEREI ALCUNA TASSAZIONE SULLE DUE PENSIONI PER UN PERIODO DI 10 ANNI ??

    Altro chiarimento, nei 15 anni in Brasile ho degli interessi nel paese immobili e terreni edificabili e partecipazione al 25% in una immobiliaria.
    Faccio regolare dichiarazione dei redditi in Brasile, e porto la dichiarazione del Brasile a completazione nella regolare dichiarazione che presento in Italia.

    Nel caso di una mia residenza in Portogallo SAREI OBBLIGATO ALLO STESSO MODO DI DICHIARARE QUANTO HO ALL’ESTERO?
    E se SI, quali sono le % che si pagano sul l’eventuale LUCRO ??
    Ho 70 anni compiuti ho lavorato per 51 anni di contributi vorrei tentare di vivere quanto mi resta con mia moglie che,mi sopporta da 44 anni, con po’ piú di serenitá

  • 5 luglio 2017 at 15:34
    Permalink

    Ho avuto un ristorante in Toscana e sono iscritta alla c c i a è iscrizione per aprire qualsiasi locale, in Portogallo per aprire un Ristorantino cosa si deve fare? Io sono pensionata in Italia.Grazie

  • Pingback: Assicurazione sanitaria in Portogallo - Lisbona Da Vivere

  • 22 gennaio 2018 at 20:43
    Permalink

    Salve Natalina,
    Purtroppo non conosciamo bene questo campo.
    Penso il meglio sia di contattare la camera di comercio che potrà aiutarti su questo tipo di domanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *